Vai al contenuto

Pacchetti di lavoro

WP1 – GESTIONE E COMUNICAZIONE DEL PROGETTO

È previsto un totale di cinque incontri locali, che saranno integrati da incontri mensili online. All’inizio del progetto sarà redatto un piano di comunicazione e sarà pubblicata una pubblicazione scientifica bilingue, che sarà presentata in una presentazione finale al termine del progetto. Inoltre, saranno organizzati tre eventi partecipativi con le parti interessate, uno in ogni area, per presentare il materiale informativo e promuovere lo scambio di conoscenze.

WP2 – IMPLEMENTAZIONE DI UNO STRUMENTO GIS PER LA STIMA DEI POTENZIALI DI ENERGIA RINNOVABILE

L’obiettivo del secondo pacchetto di lavoro è sviluppare un servizio web GIS per l’analisi e la visualizzazione spaziale dei potenziali di energia rinnovabile nelle aree pilota. Ciò include la fornitura di informazioni sul potenziale dei sistemi fotovoltaici, dell’energia eolica e delle fonti idroelettriche, nonché una stima iniziale del fabbisogno energetico. Il pacchetto di lavoro è suddiviso in due fasi: La prima fase comprende la creazione di un database e l’analisi spaziale per determinare il potenziale teorico. In collaborazione con gli altri partner, verranno valutati i dati esistenti ed effettuata un’analisi di fattibilità. Nella seconda fase, verrà sviluppato un modello per calcolare il potenziale teorico, tenendo conto dei dati geomorfologici. I risultati saranno resi accessibili tramite mappe interattive sul sito web del progetto e serviranno come base per lo strumento multi-criteriale che sarà sviluppato nel pacchetto di lavoro 5.

WP3 – IDENTIFICAZIONE DELLE TECNOLOGIE APPLICABILI IN UN CONTESTO TRANSFRONTALIERO

Il WP3 si concentra sugli aspetti tecno-economici delle energie rinnovabili che possono essere integrate nell’ecosistema energetico transfrontaliero. Le caratteristiche saranno sistematizzate per consentire una simulazione approssimativa della fattibilità delle comunità energetiche, compresi l’approvvigionamento energetico, i costi e i benefici economici. La prima fase comprende l’analisi delle soluzioni esistenti, dei vincoli tecnici e legali e l’esplorazione di nuovi approcci innovativi. La seconda fase mira a sviluppare un modello di calcolo dei costi per valutare i costi e i benefici economici delle comunità energetiche, che sarà integrato nel modello multicriterio finale.

WP4 – INTEGRAZIONE ECOLOGICA DEI SISTEMI PER L’UTILIZZO DELLE ENERGIE RINNOVABILI

Il WP4 si occupa dell’integrazione ecologica, paesaggistica e culturale delle energie rinnovabili. L’obiettivo è sviluppare e diffondere il know-how per supportare la gestione e l’integrazione di tali impianti e creare sinergie tra centri di ricerca e aziende. Il risultato sarà un manuale con proposte, strategie e modelli per l’integrazione ambientale delle fonti di energia rinnovabili nella regione. Il pacchetto di lavoro si compone inoltre di due fasi: la prima si concentra sugli aspetti tecnici e sulle soluzioni progettuali innovative, mentre la seconda mira a individuare i criteri di valutazione dell’integrazione. Anche in questo caso, i risultati saranno integrati nel WP5.

WP5 – SVILUPPO DI UNO STRUMENTO MULTI-CRITERI E TRASFERIMENTO DI CONOSCENZE A LIVELLO REGIONALE

Nel pacchetto di lavoro finale 5, verrà sviluppato uno strumento multi-criteriale per le comunità di energia rinnovabile sostenibile. Questo strumento incorpora i risultati dei precedenti pacchetti di lavoro e consente di ottimizzare l’implementazione delle comunità di energia rinnovabile, tenendo conto degli aspetti tecnici, economici ed ecologici. Sarà disponibile come sistema informatico di facile utilizzo e faciliterà la cooperazione tra aziende, autorità e istituti di ricerca. Lo strumento sarà testato e ottimizzato in aree di studio selezionate. A ciò si accompagneranno campagne di informazione e promozione e la creazione di uffici pilota. La sostenibilità dei servizi sarà garantita da un piano aziendale e sarà formalizzata l’istituzione del “Laboratorio transfrontaliero per la ricerca sulle energie rinnovabili e la transizione energetica”.